Regolamento

Regole basilari per ogni tipo di LARP
( o gioco di ruolo dal vivo)

Correttezza e Rispetto verso gli altri. Giochiamo per divertirci, ma la libertà di un Giocatore non deve limi­tare quella degli altri.
Durante gli Eventi, lo Staff, a proprio insindaca­bile giudizio, allontanerà chiunque commetta azioni pericolose per se stesso o per altri, chiunque assuma atteggiamenti offensivi o aggres­sivi fuori dal gioco e chiunque, per questi o altri motivi, impedisca ad altri Giocatori di divertirsi.
Onestà. Sono molte le situazioni in cui il Giocatore potrebbe “barare” a van­taggio del Personaggio.
Farlo non apporta nessun reale beneficio al Giocatore dato che nel nostro gioco non si “vince” nel senso tradizio­nale del termine, ma rappresenta una grave mancanza di rispetto verso gli altri Giocatori.
Violare questa Linea Guida può comportare conseguenze molto gravi per il PG interpretato dal Socio (per esem­pio essere soggetto alla chiamata MORTAL) e sanzioni per il socio stesso. A mero titolo di esempio:
  • Non è lecito utilizzare informazioni acquisite Fuori Gioco.
  • Non è lecito divulgare informazioni acquisite correttamente mentre il Personaggio del Giocatore non sarebbe in grado di fornirle (perché il PG è imprigionato o morto, per esempio), nemmeno sotto forma di diari o scritti “postumi” del PG che contengano informazioni di Gioco;
  • Non è lecito, per evitare situazioni equivoche, ad un Giocatore fare in modo che i suoi Personaggi siano legati da un rapporto di qualunque natura.
Un comportamento palesemente scorretto deve essere segnalato e conseguentemente punito.
Sicurezza. In nessun caso il Giocatore può agire in modo da mettere a rischio la propria incolumità o quella di altri.
I Giocatori non sono autorizzati ad agire a proprio rischio neppure sotto la propria responsabilità. Atteg­giamenti rischiosi o pericolosi sono puniti con l’immediato allonta­namento dall’Evento, cui potranno seguire gravi provvedimenti e persino l’Espulsione.
Diffrenza fra “In Gioco” e “Fuori Gioco”. Nella dinamica di un Gioco di Ruolo dal Vivo, il Personaggio e il Gioca­tore non vanno identificati. In particolare, le azioni della persona re­ale (il Giocatore) influenzano quelle del Personaggio immaginario (il Personaggio) in modi che devono essere regolamentati, per evitare equivoci.
  • Per le azioni di Gioco si usa il termine In Gioco (IG);
  • Per azioni non legate alle dinamiche di gioco si usa il termine Fuori Gioco (FG).
È essenziale saper distinguere le cose In Gioco da quelle Fuori Gioco ed agire di conseguenza, a partire dalle cose più semplici. Per esem­pio, IG non è corretto dire
“Quel PNG ha 3 PF e non dichiara nulla di strano: possiamo farcela!”
mentre è molto più corretta un’affermazione sul genere
“Ho visto combattere quell’Orco, non è robusto come si dice e le sue armi paiono di pessima fattura: è no­stro!”
Allo stesso modo, vanno evitate frasi come
“Ci serve un’Arma che dichiari HOLY”
Molto meglio
“Abbiamo bisogno di una spada sacra”
Il regolamento di Fulcron Il nostro regolamento prevede l’utilizzo di armi in lattice, e l’apprendimento di alcune “chiamate” che indicano magie, effetti o colpi all’interno del gioco, in modo da integrare in maniera ottimale la magia e particolari abilità.
Per favorire questo, abbiamo un vero e proprio documento del regolamento, comodamente scaricabile qui!